Ti trovi in:XXIII CAPITOLO GENERALE»Report Capitolo»Ascoltare lo spirito (18 maggio)

Ascoltare lo spirito (18 maggio)

DSC 0016

 

Il primo passo è ascoltare
"Un capitolo, non è solo un'attività della Congregazione," ha detto p. José Ornelas Carvalho, Superiore Generale," è anche un momento fondamentale per ascoltarci l'un l'altro, e per ascoltare lo Spirito cercando di discernere il progetto che Dio ha su di noi"
Per prepararsi a quest'ascolto  "P. Carlos Luis Suárez Codorníu, del Venezuela, ha guidato i partecipanti al capitolo, in una giornata di riflessione e emeditazione. E' partito dal capitolo 24 del Vangelo di Luca, nel quale il Signore risorto, ricorda a coloro che per primi lo incontrano, ciò che il Signore aveva detto loro. Gesù è stato riconosciuto, quando sono state ricordate le sue parole. Le Costituzioni dehoniane richiamano questo bisogno di ascoltare e lo Spirito.
DSC 0025 "Ci sforziamo di essere attenti a ciò che lo Spirito ci suggerisce attraverso la Parola che Dio annuncia attarverso la Chiesa e attraverso gli avvenimenti della vita", afferma la Cst. 57.
"Fedeli all'ascolto della Parola e alla condivisione del Pane, siamo invitati a scoprire
sempre più profondamente, la persona di Cristo e il mistero del suo Cuore, e a proclamare il suo amore che supera ogni conoscenza". [Cst. 17]
Ma l'ascolto è solo il primo passo. Si può ascoltare e  sentire, ma rimaniamo "liberi, perché possiamo sempre dire 'no' "- ha proseguito P. Carlos.
Ascoltare con sovrabbondante "misericordia" consente a una persona di aprire gli occhi sugli altri, per allontanarsi dalla semplice soddisfazione delle proprie necessità e preoccupazioni.
L'Instrumentum Laboris [il documento di lavoro del capitolo] è un modo per i partecipanti al Capitolo per ascoltare i confratelli.
"Dobbiamo compiere un viaggio insieme", ha proseguito p Carlos. La congregazione è chiamata ad essere in mezzo alle persone "al servizio della Buona Novella",  (Cst. 33.)
P. Carlos ha concluso richiamando la Cst. 77: "Noi contempliamo l'amore di Cristo nei misteri della sua vita e nella vita delle persone. Nutriti dal nostro attaccamento a Lui, ci uniamo alla sua oblazione per la salvezza del mondo.
"Così, siamo in grado di ricevere uno spirito di sapienza e di rivelazione per una più profonda conoscenza di Lui, e comprendere a quale speranza ci ha chiamati(Efesini 1: 17-18).

DSC 0183


Messa di apertura
"Noi qui, rappresentiamo tutti i nostri fratelli sparsi in tutto il mondo," ha detto p Ornelas nella sua omelia durante messa di apertura del Capitolo. "Comprendiamo bene come la Congregazione abbia dei limiti nel numero dei suoi membri, nei suoi mezzi, nella sua capacità di comprensione, nella sua disponibilità e nella sua coerenza con l'insegnamento evangelico.
"Tuttavia Dio, ci ha concessi tanti doni: la fraternità, l'intelligenza, il servizio gratuito e liberante, e la generosità missionaria. Questi sono i nostri piccoli pani e pesci che portiamo con noi oggi, "ha proseguito, riferendosi al passo evangelico.
DSC 0216La Chiesa presto celebrerà la Pentecoste; p Ornelas ha aggiunto che "vogliamo prepararci a questa festa sin da ora, aprendo il nostro cuore all'avvento dello Spirito. Tra i suoi sette doni, ce ne sono due, la cui dinamica sembra apparentemente in contraddizione: un spinge verso l'unità e la comunione e l'altro verso la divergenza e la diversificazione ... "
"Il capitolo ha bisogno di entrambe, perché solo attraverso loro sarà possibile costruire la Congregazione e contribuire alla crescita della Chiesa".
Ornelas ha concluso richiamando la figura del Buon Samaritano. "L'atteggiamento del samaritano dovrebbe essere il nostro atteggiamento durante questo capitolo. Il samaritano, prima di tutto, è l'immagine di Gesù stesso ... Le parole a conclusione della parabola sono in particolare rivolte a tutti noi oggi: 'andate e fate lo stesso.'
 "Questo atteggiamento di misericordia dovrebbe diventare il marchio e la caratteristica fondamentale della Congregazione Dehoniana."


CLICCA QUI per vedere le foto del Capitolo

CLICCA QUI per vedere le foto del giorno 18 maggio

Video