Ti trovi in:Archivio»BRM - Nuovo Governo Provinciale

Archivio

Ricerca per tag

22/03/2015

BRM - Nuovo Governo Provinciale

2015-03-22 BRMIl 14 marzo, giorno in cui si celebra il compleanno di Padre Dehon, fondatore della Congregazione del Sacro Cuore di Gesù, SCJ, è avvenuta la presa di possesso del nuovo Superiore Provinciale della Provincia del Brasile Meridionale, P. Bonato Gilberto Xavier, e del suo consiglio, i sacerdoti Claudio Marcio Piontkewicz, Sildo César da Costa, Luiz Adalto Chitolina e Diomar Romaniv. La Messa, celebrata alle 10 nella Cappella del Seminario dehoniano, Sede Provinciale, è stata presieduta dal provinciale in carica, Claudio Marcio Piontkewicz. Alla presenza di numerosi religiosi della Congregazione e diversi laici dehoniani provenienti da vari luoghi.

Di seguito è riportato il messaggio del nuovo provinciale:

Reverendo P. Donizeti Queiroz, superiore provinciale del Brasile Sud Provincia (BRM)2015-03-22bis BRM

Reverendo P. Claudio Marcio Piontkewicz, superiore provinciale in carica del Brasile meridionale Provincia (BRM)

Reverendo P. Mariano Weizenmann, superiore provinciale della Provincia Brasile (BSP),

Reverendo Padre Carlos Alberto Rodrigues, presidente del Brasile meridionale SCJ Association (ADBM)

 

Cari Padri e religiosi,

Miei fratelli e sorelle,

Per la mia ordinazione, ho scelto il motto del passo di Isaia (6,8) che dice: "Eccomi, manda me". E' stata con questa disposizione che mi sono messo nelle mani di Dio per esercitare il mio sacerdozio a cui sono stato assegnato. Così è stato, per la grazia di Dio, attraverso questi 21 anni di sacerdozio. Con lo stesso modello e ispirazione biblica - "Eccomi, manda me" - ho accettato la funzione di Superiore Provinciale, dopo aver sentito il Superiore Generale, P. José Ornelas Carvalho. Oggi, quando assumo questa nuova missione davanti a tutti voi qui presenti, in rappresentanza dell'intera famiglia dehoniana (religiosi e laici), voglio ripetere con più enfasi: "Eccomi, manda me".

 

Lo faccio perché:

- Ho profonda fiducia nella grazia di Dio che mi chiama e mi invia;

- Posso contare sul sostegno dei miei sacerdoti e fratelli religiosi della Congregazione, ben rappresentati da voi sacerdoti e religiosi presenti a questa celebrazione, e soprattutto, so che posso contare sull'aiuto e la collaborazione dei Consiglieri che si sono assunti il ruolo di animare la nostra Provincia;

- Credo che il lavoro da fare nella Provincia BRM sarà svolto con l'aiuto, il lavoro, la compagnia, la solidarietà, e soprattutto con la preghiera di tutti voi;

- Sono consapevole che tutti hanno limiti ... sono come il vaso d'argilla nelle mani del vasaio e che Dio può trasformarci in vasi preziosi e di grande bellezza, perché Egli cura con particolare affetto la nostra vita e la nostra famiglia religiosa;

 - So che la missione non è mia, ma la nostra! Faremo questo viaggio insieme, assumeremo questa grande missione insieme. E prima ancora di dire, credo di poter azzardare, "Eccomi, manda me", posso dire: "eccoci, manda tutti noi ". Così insieme, vivremo questo tempo di "grazia del Signore." Lasciamo che il sogno di Dio si realizzi nella nostra vita e nella nostra Provincia! Il contesto ecclesiale in cui viviamo - l'Anno della Vita Consacrata e la Campagna di Fraternità - è di grande ispirazione per assumere la missione nella nostra Provincia.

- La Campagna di Fraternità ci spinge ad andare oltre noi stessi e metterci a servizi dei fratelli. "Il motto" Sono venuto per servire "- ci spinge alla conversione. Non basta conoscere, dobbiamo vivere quello che ci chiede il Vangelo. In questo senso siamo invitati a intensificare la nostra conversione nella famiglia, nella comunità e nella società, ognuno secondo la propria vocazione e il suo inserimento nel lavoro. Intensamente vivremo questa Quaresima e per avvicnarci a Dio con fiducia e chiedere perdono dei nostri peccati e la grazia della conversione. "

- L'Anno della Vita Consacrata. Papa Francesco ci esorta: "non rimanete chiusi in voi stessi. Chiedo a voi, religiosi, e a  tutti i membri della Chiesa: lasciate voi stessi per andare alle periferie esistenziali. "Andate in tutto il mondo" è stat l'ultima parola che Gesù ha lasciato ai suoi e che  ancora oggi ci continua guidare (cfr Mc 16, 15). Tutta l'umanità attende: persone che hanno perso ogni speranza, le famiglie in difficoltà, bambini abbandonati, giovani che sono esclusi da ogni futuro, malati e anziani abbandonati, sazi ricchi di beni, ma con un cuore vuoto, uomini e donne in cerca di senso della vita, una divina sete ... ". Dopo tutto questo, voglio dire che è con grande gioia che assumo, anzi, ci assumiamo - provinciale e consiglieri - questa la missione.

 

Ringraziamo tutti per la fiducia che avete riposta in noi. Speriamo di soddisfare le aspettative; di non deludere nessuno e, per quanto possibile, dare il nostro umile contributo allo sviluppo della nostra provincia. Perché ciò sia possibile, abbiamo bisogno della preghiera, della fiducia, dell'amicizia e del servizio di assistenza di tutti voi. Grazie anche di cuore e con grande rispetto, a nome di tutta la provincia BRM, dell'impegno, della dedizione e dello spirito di rinuncia e di oblazione di P. Donizeti Queiroz e del suo consiglio. A voi, grazie! Sono grato inoltre a tutti quelli che camminano insieme con la nostra famiglia religiosa e, oggi, vengo a pregare con noi in questo momento così importante della vita della Provincia: le nostre famiglie, i laici dehoniani, i fedeli delle parrocchie di S. Rita de Cassia, di San Giuda Taddeo da Curitiba e di tutte le altre parrochie.

 

A tutti voi la gratitudine e la richiesta di continuare a pregare per tutti noi. Gli anni di vita della nostra Congregazione e della nostra Provincia ci permettono di credere un po' di più nel Dio che ci chiama perché ci ama in modo particolare, e chiede a ciascuno di noi l'autorizzazione, il permesso, il consenso per fare meraviglie nella nostra vita. Da parte nostra ci vuole il coraggio, e la fiducia per affrontare acque profonde. Ci consegnamo nelle mani di Maria, contando anche sulla protezione del nostro patrono San Giuseppe e sull'intercessione di Padre Dehon che chiediamo insieme di fare questo cammino, danando, condividendo, con la solidarietà e la preghiera, sempre cercando di seguire la chiamata del Signore che ci invita: "Esci dalla terra (...) e vai dove ti indicherò "(Gen 12,1). Dio ci aiuti. Grazie Molto!

 

P. Gilberto Bonato Xavier, SCJ

            Superior Provincial