Ti trovi in:Archivio»Un anno di vita: Dehondocs continua a crescere

Archivio

Ricerca per tag

13/03/2015

Un anno di vita: Dehondocs continua a crescere

 

DEHONDOCS-logo999-accorciato

Esattamente un anno fa, il 14 marzo 2014, è avvenuto il lancio ufficiale della homepage www.dehondocs.it: l'archivio on line degli scritti di Padre Dehon. Dopo un lavoro preparatorio durato molti anni, si è giunti quindi a pubblicare progressivamente tutti i testi del Padre Dehon, spesso addirittura accompagnati dall’immagine del manoscritto originale.

La lista delle opere pubblicate su www.dehondocs.it è ormai lunga: la maggior parte dei libri che avevano visto la pubblicazione già nell’epoca di Dehon, ma anche numerosi documenti inediti. Non mancano opere classiche quali “Il catechismo sociale”, come pure i diari di Dehon, tutti i suoi articoli presenti nelle varie riviste dell’epoca, ma pure, a titolo di esempio, la lettera di nomina a consulente della congregazione vaticana dell'indice.        

Non è facile fornire dati concreti sull'uso del sito. Lo strumento Google Analytics ci permette comunque di determinare globalmente sia il numero di utenti, sia il loro profilo. Nel primo anno di esistenza, più di 33.000 pagine del sito sono state visitate, i 2.900 utenti rimangono nel sito per una media di sette minuti (tenendo presente che molti utilizzeranno la possibilità di leggere i documenti dopo averli scaricati come documento pdf).

Buona parte del traffico in questo momento proviene ancora da Bologna e Roma, dove è prodotto, gestito e sviluppato il sito. Successivamente, i paesi con i più numerosi accessi a www.dehondocs.it  sono il Brasile, il Portogallo e l’Argentina. Curiosità: benché per il Madagascar si registrano non molti accessi, gli utenti malgasci sono coloro che fanno registrare la permanenza più lunga nel sito (con una media di più di 30 minuti) e consultano il maggior numero di pagine (in media più di 13 pagine).

centro studiAnche la qualità del sito trova bei riscontri: attraverso numerosi feedback dei confratelli, ma anche grazie a qualche reazione dal mondo accademico: "insolitamente innovativa" si legge, e “molto informativo e ben strutturato" ecc.

Ci vorranno ancora diversi anni prima che tutto il materiale di archivio Dehon verrà pubblicato - sì, manca, ad esempio, la corrispondenza completa di oltre 4.500 lettere da e a Dehon. Alcuni fratelli hanno espresso la loro frustrazione di trovare solo testi in francese. Infatti: chi vuole conoscere Dehon davvero bene, non può prescindere dal francese. Ma il prossimo progetto del Centro Studi Dehoniani e Data Service Center sta già aspettando dietro le quinte: presto DehonDocs International offrirà le traduzioni esistenti delle opere del Dehon.